NEWS & EVENTI

"Diritto alla lingua dei segni per tutti!" e lo Slogan della giornata internazionale delle lingue dei segni

Oggi è la giornata internazionale delle lingue dei segni
È stata lanciata la nuova campagna. In Svizzera vivono circa 10'000 sordi e oltre mezzo milione di audiolesi

BERNA - Oggi, lunedì 23 settembre si celebra la seconda giornata internazionale delle lingue dei segni con lo slogan "Diritto alla lingua dei segni per tutti!". Per questa occasione, la Federazione svizzera dei sordi, in collaborazione con Huawei, proporrà a Berna una serie di animazioni sulla lingua dei segni e lancerà il suo nuovo divertente video di campagna.

Per gli oltre 70 milioni di sordi di tutto il mondo, la fine di settembre è sempre stata l'occasione per celebrare la propria lingua, la propria cultura e ricordare la loro esistenza alla società, che difficilmente li nota quotidianamente. Grazie ad una risoluzione approvata dall'Assemblea delle Nazioni Unite nel dicembre 2017, questa celebrazione è ora più ufficiale e ogni 23 settembre viene celebrata la “Giornata internazionale delle lingue dei segni”.

In Svizzera, dove vivono circa 10'000 sordi e oltre mezzo milione di audiolesi, questa è l'occasione per la Federazione Svizzera dei Sordi (SGB-FSS) di lanciare la sua nuova video-campagna cinematografica, realizzata in collaborazione con l'agenzia video “Nutshell”. Attraverso tre scene umoristiche interpretate in parte da attori sordi, il film mostra come a volte la lingua dei segni possa superare la parola. Ma ci ricorda anche che purtroppo, il più delle volte, sono i sordi ad essere svantaggiati e a dover lottare per essere compresi. Come sottolinea Tatjana Binggeli, presidente della Federazione Svizzera dei Sordi, «la Svizzera è uno dei pochi paesi in Europa che non ha ancora riconosciuto ufficialmente le lingue dei segni».

Sempre lunedì 23 settembre, la Federazione Svizzera dei Sordi sarà presente a Berna. In collaborazione con Huawei, proporrà dalle 12h alle 18h, una serie di attività e animazioni a tema lingua dei segni sulla piazza della stazione. In un ambiente fiabesco, i passanti - grandi e piccinipotranno seguire un breve corso di lingua dei segni, provare a ordinare un drink in lingua dei segni al “Café des Signes”. Christa Rigozzi inoltre, leggerà dei racconti per bambini con interpretazione in lingua dei segni per presentare la nuova applicazione per smartphone di Huawei “StorySign” che permette ai bambini sordi di avere accesso ai libri e alle favole anche in lingua dei segni.