regione Corso di Formazione Professionale autorizzato dalla Regione Campania con D.D. n. 68 del 28/05/2015 prot. n. 0460409 del 17/07/2018

Le Competenze

nalisi dei bisogni, intermediazione linguistica e orientamento, il Mediatore culturale è una guida.

Competenze previste dal repertorio:

  • Analisi dei bisogni e delle risorse dell'immigrato e delle comunità straniere
    il mediatore culturale deve rilevare e interpretare adeguatamente i bisogni e potenziale dell’immigrato
    Risultato atteso
    Bisogni e potenziale dell'immigrato adeguatamente rilevati ed interpretati.
    Abilità Pratiche
    Applicare tecniche e metodi per decodificare bisogni e aspettative di individui e gruppi di assistiti
    Applicare tecniche di intervista qualitativa e storie di vita Utilizzare tecniche per l'analisi del potenziale individuale e di gruppo Applicare metodi e tecniche di ricerca sociale
    Applicare tecniche di gestione dei colloqui di aiuto Applicare tecniche di osservazione partecipante e non partecipante
    Applicare tecniche di raccolta dati e informazioni statistiche documentali
    Applicare tecniche di traduzione e interpretariato Identificare e approfondire le diverse forme di disagio sociale e culturale Individuare elementi di attrito interculturale
  • Attività di formazione rivolta agli immigrati e/o ad operatori e professionisti che interagiscono con loro: il mediatore culturale deve fornire attività formative
    qualitativamente adeguate e materiali didattici adeguati.
    Risultato atteso
    Attività formative qualitativamente adeguate; materiali didattici adeguati
    Abilità Pratiche
    Applicare tecniche e metodi per decodificare bisogni e aspettative di individui e gruppi di assistiti
    Applicare tecniche di intervista qualitativa e storie di vita
    Utilizzare tecniche per l'analisi del potenziale individuale e di gruppo
    Applicare metodi e tecniche di ricerca sociale
    Applicare tecniche di gestione dei colloqui di aiuto
    Applicare tecniche di osservazione partecipante e non partecipante
    Applicare tecniche di raccolta dati e informazioni statistiche documentali
    Applicare tecniche di traduzione e interpretariato
    Identificare e approfondire le diverse forme di disagio sociale e culturale
    Individuare elementi di attrito interculturale
  • Intermediazione culturale: il mediatore culturale deve supportare l’immigrato nei processi di relazione con il contesto e di integrazione sociale.
    Risultato atteso 
    Immigrato supportato nei processi di relazione con il contesto e di integrazione sociale.
    Abilità Pratiche
    Applicare metodi e tecniche di lavoro in équipe
    Applicare metodi e tecniche di pianificazione e programmazione di attività di mediazione interculturale rivolte a comunità straniere
    Applicare tecniche di animazione sociale per promuovere l'incontro/confronto tra culture
    Applicare tecniche di comunicazione efficace per promuovere l'interazione tra immigrato (o la comunità seguita) e contesto
    Applicare tecniche di decodifica dei codici culturali per facilitare la relazione tra le parti
    Applicare tecniche di lavoro di rete e animazione sociale per promuovere l'integrazione sociale e lavorativa dell'assistito (o della comunità straniera)
    Applicare tecniche di mediazione per facilitare l'accesso e la fruizione da parte dell'immigrato di servizi socio-sanitari, socio assistenziali, lavorativi, abitativi, educativi, scolastici, amministrativi e giudiziari
    Applicare tecniche didattiche per trasferire all'assistito (o alla comunità straniera) conoscenze relative al contesto culturale e sociale e al funzionamento di istituzioni e servizi
    Supportare gli operatori dei servizi nell'attività di erogazione degli stessi a favore del'immigrato ( o di comunità straniere)
    Supportare la progettazione ed il miglioramento dei servizi in funzione dei fabbisogni dell'utenza straniera
    Utilizzare conoscenze del sistema dei servizi per orientare l'assistito ( o la comunità straniera)
  • Intermediazione linguistica: il mediatore culturale deve tradurre correttamente i messaggi, instaurare una relazione comunicativa consentita e facilitata tra assistito e terzi.
    Risultato atteso 
    Messaggi correttamente tradotti; relazioni comunicativa tra assistito e terzi consentita e facilitata.
    Abilità Pratiche
    Applicare tecniche di ascolto attivo
    Applicare tecniche di comunicazione efficace
    Applicare tecniche di chuchotage
    Applicare tecniche di interprete di ruolo e di sostegno
    Applicare tecniche di ombreggiatura
    Utilizzare linguaggi settoriali
    Applicare tecniche di topicalizzazione
    Applicare tecniche di decodifica dei codici culturali per facilitare la relazione tra le parti
    Applicare tecniche di interpretazione consecutiva
    Applicare tecniche di interpretazione simultanea
    Realizzare materiali informativi, comunicativi, avvisi in lingua italiana e nelle lingue straniere conosciute
  • Orientamento, facilitazione e monitoraggio delle relazioni immigrato/servizi: il mediatore culturale deve monitorare e favorire la relazione tra immigrato e operatori dei servizi.
    Risultato atteso
    Relazione tra immigrato e operatori dei servizi adeguatamente monitorata e favorita
    Abilità Pratiche
    Applicare tecniche di traduzione e interpretariato
    Applicare tecniche di decodifica dei codici culturali per facilitare la relazione tra le parti
    Applicare tecniche didattiche per trasferire all'assistito (o alla comunità straniera) conoscenze relative al contesto culturale e sociale e al funzionamento di istituzioni e servizi
    Applicare metodologie di problem posing e problem solving per superare ostacoli alla interazione tra operatore e immigrato
    Applicare tecniche dell'insegnamento per trasferire all'assistito elementi delle principali normative a lui utili (immigrazione, lavoro, assistenza, ecc.), dei suoi diritti e dei suoi doveri
    Applicare tecniche di informazione per rendere consapevoli gli operatori dei servizi delle principali problematiche delle varie comunità di stranieri
  • Predisposizione e rimodulazione del Piano di Assistenza Individualizzato: adeguare nell’articolazione e nei contenuti il Piano di Assistenza Individualizzato.
    Risultato atteso
    Piano di Assistenza Individualizzato adeguato nella articolazione e nei contenuti
    Abilità Pratiche
    Applicare metodi e tecniche di lavoro in équipe
    Applicare tecniche di valutazione e verifica dei risultati e dei progressi dell'assistito
    Utilizzare le metodologie del lavoro di rete
    Applicare tecniche di formalizzazione ed articolazione degli interventi di aiuto in un piano strutturato di assistenza
    Individuare delle soluzioni di assistenza/accompagnamento più adeguate alle esigenze rilevate nell'utente
    Selezionare il livello di intervento (solo mediazione linguistica, solo mediazione culturale, entrambe)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti serve una mano?